Gestalt in voce e in-canto. Dal blocco al flusso nella trasmissione del sostegno

Fortunati Barlacchi Valentina (IGF)

Nome dell’autore

Durata 2 ore

Durata dell’intervento

Gestalt in voce e in-canto. Dal blocco al flusso nella trasmissione del sostegno

Il nostro paesaggio sonoro, ci rispecchia in una trama narrativa e in un senso di identità che ci accompagna “al sicuro”, anche se ci possiamo sentire limitati e rinchiusi. Il lavoro con la voce e il movimento inviterà a lavorare per un ampliamento e trasformazione della trama sonora attraverso l’esperienza della trasmissione del sostegno in Gestalt. Sperimentare una voce che nasce dall’ascolto attento e incuriosito del proprio suono porta in contatto con emozioni a volte sepolte e con immagini che ne scaturiscono, dando origine in una prospettiva circolare a nuove emozioni, sensazioni, movimenti del corpo e nuove sonorità vocali che esprimendosi fanno riemergere la pienezza vitale nella presenza del qui e ora. La trasmissione del sostegno potrebbe rispondere alla domanda: Dove ti appoggi per poterti muovere verso un’azione? Cantare come agire nel mondo hanno bisogno di sostegni da cui muoversi. Se la trasmissione è buona, le scelte si appoggeranno su pensieri e emozioni rispondenti ai bisogni dell’organismo e non solo a quelli di Io.