L’intimita’ come una matrioska: come recuperare l’intimita’ con se stessi per favorire l’intimita’ con gli altri

ODDO ISABELLA (SIPGI)

Nome dell’autore

Durata 2 ore

Durata dell’intervento

L’intimita’ come una matrioska: come recuperare l’intimita’ con se stessi per favorire l’intimita’ con gli altri

L’idea del workshop nasce da una domanda:  In un società come la nostra in cui tutti dobbiamo andare veloce, in cui la comunicazione e le relazioni sono spesso mediate dai social networks è ancora possibile parlare di intimità? Ogni giorno utilizziamo questo termine e apparentemente non nasconde nessuna difficoltà di comprensione, ma obiettivamente questo presupposto si scontra con una realtà, un modo in cui si muove il mondo e la società in cui risulta difficile essere intimi con se stessi e instaurare rapporti autentici sani con l’ “Altro”. In fin dei conti intimità non è una parola con cui siamo molto in confidenza. Essa riporta alla memoria altri “inquietanti” termini come vulnerabilità, debolezza, che contrastano a volte con l’idea di ciò che siamo o crediamo di essere o vorremmo essere… o che  ci chiedono di essere. L’intimità è forse il luogo in cui maggiormente ci confrontiamo con la nostra parte bambina addolorata ed è per questo che tendiamo ad evitarla, ma solo se riusciamo a raggiungere l’intimità con noi stessi, apriamo la strada per una sana intimità con l’altro.