Sguardi in contatto – che cosa guardiamo quando guardiamo l’amore

Andrea Fianco, Anna Silvia Persico (CSTG)

Nome dell’autore

Durata 2 ore

Durata dell’intervento

Sguardi in contatto – che cosa guardiamo quando guardiamo l’amore

In una società liquida imbevuta di narcisismo, viviamo nuove forme di relazione sentimentale che riconfigurano il nostro modo di stare insieme. Le storie sono brevi, i partner si scelgono e si lasciano su uno smartphone, l’amore si traveste di nuove forme sempre più volatili ed evanescenti. Ciò che alimenta questi legami è lo sguardo innamorato dell’altro, che infonde un senso di unicità, privilegio e amore assoluto. Questa magia non può che svanire e rivelarsi irreale, spingendoci alla ricerca di nuovi sguardi che ci riportino a sentirci unici e speciali. Nel WS esploreremo la fenomenologia di questo contatto attraverso un percorso esperienziale orientato a far emergere sensazioni ed emozioni negli sguardi che si accendono e si spengono. Cosa si prova quando si smette di guardare l’altro con amore? Cosa si prova quando è l’altro a smettere di guardarci con amore? In quale direzione stanno andando i nostri legami amorosi? Alla luce di questo nuovo paradigma e di quanto emerso dall’esperienza, i conduttori evidenzieranno gli aspetti fondamentali che il terapeuta della Gestalt può considerare nel lavoro con il singolo, con la coppia o con la famiglia.