Tienimi (s)legato a te: il BDSM tra fusionalità, intimità e controllo

Valeria Ciciotti (ASPIC)

Nome dell’autore

Durata 2 ore

Durata dell’intervento

Tienimi (s)legato a te: il BDSM tra fusionalità, intimità e controllo

Io e te siamo la stessa cosa, non posso farti male senza ferirmi. M. Gandhi

Con questo seminario divulgativo si intende proporre una riflessione sulle dinamiche di potere nelle relazioni intime ed affettive, con particolare riferimento alle motivazioni che spingono le persone a sperimentare pratiche erotiche estreme. Con la nuova nomenclatura introdotta dal DSM-5 è stato rivisto l’inquadramento delle condotte sessuali atipiche; questo ci porta, come clinici, ad interrogarci sulla nostra sessualità e sui pregiudizi ad essa legati, in modo da poter accogliere al meglio i vissuti degli altri. Quale è il confine tra “sano e patologico”? Che relazione c’è tra la ricerca di intimità e di vicinanza e il BDSM? In che modo l’essere “tenuti e contenuti” fisicamente ha a che fare con il sentirsi “sicuri e protetti” emotivamente? La tematica del BDSM stimola anche delle riflessioni più ampie e nuove domande sul desiderio, sull’intimità e sulla paura dei legami.